Tag Archives: pizza

Cipolle e Gruyere…un matrimonio da favola! ^_^

Cipolle e Gruyere…un matrimonio da favola! ^_^
Cipolle e Gruyere…un matrimonio da favola! ^_^
Pin It

ok…con questo titolo del piffero penso che non leggerete nemmeno la prima riga del post 😀

ma mi conoscete, via..le cose “normali” (tipo i titoli appunto) non fanno per me 😀

Se penso a un “piatto del cuore”, tema del contest organizzato da Tery di Peperoni&Patate insieme a Formaggi Svizzeri, me ne vengono in mente tanti…forse troppi..per questo, per la seconda proposta, ho deciso di orientarmi più verso un abbinamento che mi fa impazzire che non verso un vero e proprio piatto del cuore.

Cipolle&Gruyere penso si sposino alla perfezione, tanto che la Zuppa di Cipolle in casa nostra è un must…e lì cipolle e gruyere la fanno da padroni 😉

Ma, visto che la Soupe à l’oignon l’ho già pubblicata sul blog, ho pensato di orientarmi ad un’altro comfort food che adoro: la pizza!

DSCF3370-

Pizza con Cipolle, Gruyere e Pepe Nero

ingredienti x 2:

  • 250 g di farina 0
  • 150 g di manitoba
  • 200/220 g di acqua a temperatura ambiente
  • 100/120 g circa di lievito madre liquido rinfrescato
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 fetta di gruyere
  • 1 cipolla bianca piccola
  • pepe nero
  • mozzarella

Uso il lievito madre già da tempo, a noi piace molto di più in questo modo la pizza…quindi serve un po’ di tempo in più per l’impasto..ma ne vale la pena 😉

Il giorno precedente mi dedico al rinfresco del lievito madre: tiro fuori dal frigo Pasqualino (il mio lievito madre liquido), lo lascio a temperatura ambiente un paio d’ore, lo verso in una ciotola pesandolo, aggiungo lo stesso peso di acqua a temperatura ambiente, mescolo bene con una frusta, aggiungo la farina (stesso peso del lievito madre) e mescolo ancora, con vigore, amalgamando il tutto. Verso nuovamente nel barattolo in vetro, copro con della pellicola per alimenti che bucherello con uno stecchino e lascio riposare per qualche ora: adesso che le temperature sono scese, lascio il barattolo per tutta la notte a riposare, in estate serve la metà del tempo nella nostra cucina..

Al mattino successivo, sul presto (intorno alle 7 più o meno), riprendo il lievito madre, ne peso 100/120 g e lo metto nella ciotola della planetaria, aggiungo l’acqua, le due farine e, con il gancio a spirale, faccio lavorare l’impasto, aggiungo poi lo zucchero e l’olio, faccio andare la planetaria fino ad ottenere un impasto bello omogeneo ed elastico, a questo punto aggiunto il sale e dopo circa 1 minuto, spengo la planetaria. Copro con la pellicola per alimenti (sempre facendo qualche buchetto con uno stecchino), copro ancora con un canovaccio pulito e lascio riposare per diverse ore, finchè l’impasto non raddoppia di volume.

Più o meno nel pomeriggio, dopo circa 7/8 ore (ripeto: in questo periodo, in estate la lievitazione è molto più veloce), riprendo l’impasto, lo stendo sulla spianatoia, divido in due palline e faccio qualche piega, cercando di dar loro una forma sferica.

Copro nuovamente con un canovaccio e lascio riposare ancora.

DSCF3369-

Intorno alle 19 accendo il forno al massimo (250°) e stendo le pizze su carta forno (appena unto con olio evo), cercando di non bucare le bolle d’aria che si sono formate in lievitazione.

Condisco: per l’Omo sempre e comunque la margherita (unica concessione: mozzarella di bufala al posto di quella classica 😉 ), per me: cipolla tagliata finemente, gruyere a pezzettini e pepe di mulinello.

DSCF3373-

Inforno le due pizze per circa 14 minuti, nel frattempo taglio la mozzarella (che ho lasciato sgocciolare su carta assorbente per togliere il siero in eccesso) a pezzettini.

Quando le pizze sono cotte, aggiungo la mozzarella, via in forno per pochi altri minuti, giusto il tempo di far sciogliere la mozzarella e sono pronte!

DSCF3374-

con questa ricettina partecipo al contest organizzato da Tery di Peperoni&Patate:

logo-formaggi-svizzeri-2014

buona giornata a tutti!

firma

 

Pin It

Pizza…con le cipolle!!!

Pizza…con le cipolle!!!
Pizza…con le cipolle!!!

Fino a un paio di anni fa….inorridivo alla sola idea di avvicinarmi ad una cipolla…

Non mi piacevano…né cotte né crude…

Non riuscivo ad apprezzarle…

Nessun tipo di cipolla mi attirava…né le borettane né le dolci cipolle rosse di Tropea…

Niente da fare…scappavo schifata!!!!

E ogni volta che mamma preparava la panzanella, passavo gran parte del tempo a scansare le rondelle di cipolle…

Poi…il cambiamento TOTALE!

Più per convincermi del tutto del fatto che mi schifassero, che per altro, un giorno d’estate del 2011, ho deciso di dare un morsino a una fettina sottilissima di cipolla rossa…appena affettata per metterla proprio nella panzanella….

Amore al primo morso…

Eh si…perché uno dei miei più grandi difetti, in ambito gastronomico, è proprio questo: spesso sono sicura che un ingrediente non mi piaccia senza averlo mai assaggiato 😀 ma sto recuperando il tempo perduto 😉

e da allora, ho iniziato a mangiarle volentieri! Le metto nell’arrosto, le aggiungo alla frittata di patate, ho imparato a farle in agrodolce (presto pubblicherò la ricetta!!!), le uso spesso come antipasto…insomma da niente a TUTTO 😀

Sono dolci, sono saporite…non si possono evitare 😀

E…qualche settimana fa le ho usate anche nella pizza!!! 😀

Ma non una pizza “classica”…eh no! Stavolta ho voluto fare qualche piccola modifica e, nonostante l’Omo preferisca la “pizza normale”…ha apprezzato anche lui 😉

Ingredienti per 2:

  • 100 g di pasta madre liquida (il mio adorato scrocchiazeppi :-D  che dopo tutto questo tempo…è ancora bellino attivo e mi dà tanta, tanta soddisfazione!!!!)
  • 400 g di farina (200 g di farina 0, 100 g di manitoba, 100 g di farina di grano saraceno Ecor)
  • 250/280 g di acqua
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • semola rimacinata per la spianatoia

Versare nella ciotola della planetaria la pasta madre, l’acqua e le farine setacciate, avviare al minimo e lasciare che gli ingredienti si mescolino tra loro. Aggiungere lo zucchero e l’olio, per ultimo il sale. Far lavorare la planetaria alla velocità 2 per circa 10 minuti. Dopodiché coprire con pellicola per alimenti e un panno fino al raddoppio.

Infarinare leggermente la spianatoia con la semola rimacinata e versare sopra l’impasto delicatamente. Fare qualche piega con le spatole e suddividere l’impasto in due panetti, sistemarli su due teglie leggermente unte con olio.

Allargare delicatamente l’impasto con le mani infarinate e mettere nel forno spento a lievitare fino al momento di infornare.

100_2607-

Preriscaldare il forno a 250° e condire le pizze.

100_2608-

ingredienti per il condimento:

  • per la margherita: passata di pomodoro, sale e un pizzico di origano, mozzarella
  • per la pizza alle cipolle: 1 cipolla bionda media tagliata a fettine sottili, sale, pepe e mozzarella

100_2612-

Quando il forno sarà arrivato a temperatura, infornare e dopo circa 12/15 minuti aggiungere la mozzarella, infornare nuovamente finché la mozzarella sarà bella sciolta.

100_2614-

C’era un profumo in casa…unico! Il sapore era davvero fantastico! In genere sono molto critica con i piatti che preparo, ma questa volta, i nostri palati hanno parlato per noi 🙂

una vera coccola questa pizza!!!! 😀

100_2620-

Con questa ricettina partecipo al Contest di Nicoletta:

 

Le mie note:

  • la pizza è qualcosa di unico…e da quando ho iniziato a prepararla con la lievitazione così lunga, anche l’Omo finalmente riesce a mangiarla senza poi avere problemi di digestione
  • da quando poi utilizzo il lievito madre…viene ancora meglio 🙂 sia in termini di sapore che di consistenza..avete mai provato?
  • per il condimento, l’ho scritto più volte, vado spesso con gli avanzi 😉 un modo goloso per fare economia in cucina 😉

Vi piace? Un baciotto e buon weekend!!!

firma

Se siete interessati, potete trovare i prodotti Ecor in vendita nei negozi NaturaSì e Cuorebio, oppure online su EmporioEcologico

una pizza…con gli avanzi!

una pizza…con gli avanzi!
una pizza…con gli avanzi!

Buongiorno e buon sabato ^_^

oggi vi lascio un’idea nata per caso….non ho scoperto nulla, sia ben chiaro! 😀

Come forse saprete, ogni domenica sera in casa nostra si mangia la pizza!

Ed ogni domenica mi sbizzarrisco nella farcitura della mia 😉

Mi sbizzarrisco guardando cosa c’è nel frigo, riutilizzando gli avanzi che ci sono..perché in cucina non si butta via niente!

Quindi una volta ne è uscita una pizza vegetarianaun’altra ancora una pizza con feta e carciofiniinsomma è un modo per “ripulire il frigo” 😉

E qualche domenica fa, non avevo proprio idea di come farla e ho trovato un cartoccino in frigo con un paio di fette sottilissime di mortadella…avevano un profumo così invitante che non ho resistito! 😀

Ho chiesto consiglio su facebook e tra i vari “che schifo la pizza con la mortadella” “ma no! è troppo pesante” “non è digeribile” ecc ecc…c’è stato anche chi mi ha detto di lanciarmi! 😀 facendola a striscioline e aggiungendola all’ultimo, insieme alla mozzarella…e così è stato!

Era una delizia!!!

Certo che:

1. se siete a dieta

2. se avete problemi di digestione

3. non siete golosi

beh…è meglio che lasciate perdere! 😉

in caso contrario…eccola qui:

la ricetta ormai da qualche mese è sempre la solita:

Ingredienti per 2:

  • 100 g di pasta madre liquida (il mio adorato scrocchiazeppi 😀 )
  • 400 g di farina (250 g di farina 0 e 150 g di manitoba)
  • 250/280 g di acqua
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna

Versare nella ciotola della planetaria la pasta madre, l’acqua e le farine setacciate, avviare al minimo e lasciare che gli ingredienti si mescolino tra loro. Aggiungere lo zucchero e l’olio, per ultimo il sale. Far lavorare la planetaria alla velocità 2 per circa 10 minuti. Dopodiché coprire con pellicola per alimenti e un panno fino al raddoppio (con la pasta madre e con le temperature che sono un po’ scese, ci vogliono diverse ore e tanta pazienza ma il risultato ripagherà di tutto!).

Infarinare leggermente la spianatoia con la semola rimacinata e versare sopra l’impasto delicatamente. Fare qualche piega con le spatole e suddividere l’impasto in due panetti, sistemarli su due teglie leggermente unte con olio.

Allargare delicatamente l’impasto con le mani infarinate e mettere nel forno spento a lievitare fino al momento di infornare.

Preriscaldare il forno a 250° e condire le pizze.

Quando il forno sarà arrivato a temperatura, infornare e dopo circa 12 minuti aggiungere la mozzarella (e la mortadella nel mio caso), infornare nuovamente finché la mozzarella sarà bella sciolta.

che ne dite?

la provate?

baciotti

Pizza con lo stracchino….

Pizza con lo stracchino….
Pizza con lo stracchino….

Buongiorno e buona domenica 🙂

Oggi giornatina grigia….me ne tornerei volentieri a letto ma sono in ufficio fino alle 13…così, per non addormentarmi alla scrivania, vi propongo un’idea per la pizza 😉

Da quando vivo con l’Omo la domenica sera da noi c’è menu fisso: PIZZA! 🙂

e da un anno a questa parte cerco sempre di farla con il lievito madre! Sfidando il caldo pazzesco dell’estate appena finita Scrocchiazeppi, il mio lievito madre liquido, è ancora vivo e vegeto! 🙂 e soprattutto bello attivo! E così di domenica in domenica, prima di far colazione, continuo a impastare seguendo da qualche settimana questa ricetta, lascio poi in lievitazione fino al pomeriggio, stendo sulla teglia e lascio lievitare ancora fino al momento di infornare…

da brava golosa quale sono ogni domenica apro il frigo e farcisco la mia pizza con ciò che offre la casa 🙂

in questo caso non avevo un granché, tranne una confezioncina di stracchino 😉 che ho abbinato ad una bella spolverata di pepe appena macinato e abbondante mozzarella 😀

che ve ne pare?

ciao ciao

Pizza con panna e wurstel…alla faccia della dieta!

Pizza con panna e wurstel…alla faccia della dieta!
Pizza con panna e wurstel…alla faccia della dieta!

Dopo tanto torno a postare ma soprattutto, torno ad affacciarmi qui sul blog con la voglia di farlo 🙂

non che fossi stanca del mio blogghino, tutt’altro! Ma l’estate è stata davvero lunga, troppa afa, troppo stress sul lavoro..troppo tutto..

e ora invece, dopo essere stata a Lisbona con il mio amore per una settimana ed essermi riposata tanto in questi giorni, sono pronta a tornare! 🙂

e lo faccio con una delle tante ricettine fatte durante i mesi estivi e “messe lì”, in un angolo ad aspettare che mi passasse la stanchezza 🙂

vi propongo una pizza golosa, molto golosa, se siete a dieta…EVITATE!!!

la ricetta di base che ho seguito è QUESTA, ho cambiato il condimento 😉 mettendo infatti: datterini Cirio, wurstel, panna fresca, un pizzico di sale e una spolverata di pepe 😉

ecco la pizza in lievitazione:

con i condimenti: classica per l’Omo e ultra golosa per me 😀

ed eccole appena sfornate:

a domani con una nuova ricettina 🙂 golosa, come sempre! 🙂

baciotti baciotti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...