Tag Archives: pasta

Un primo veloce, con le ultime zucchine dell’orto!

Un primo veloce, con le ultime zucchine dell’orto!
Un primo veloce, con le ultime zucchine dell’orto!
Pin It

Buongiorno e buona domenica a tutti!

Mentre leggerete questo post, io sarò in ufficio..come ogni domenica da almeno 15 anni..per fortuna che si può programmare la pubblicazione 😀

Il piatto che vi propongo oggi è semplicissimo e soprattutto molto veloce, oltre che buono 😉

L’ho preparato la scorsa estate ma visto che ancora le temperature sono decenti, magari qualche zucchina la trovate sempre dal fruttivendolo 😉

Quelle che ho usato io arrivato da mio zio 😉 quindi sono più che biologiche 😀

ingredienti x 2:

  • 3 zucchine medie
  • 150/200 g circa di robiola
  • sale e pepe
  • un pizzico di noce moscata
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine di oliva qb
  • 180 g di spaghetti

Lavate le zucchine, tagliate via le estremità, tagliatele a tocchetti. Fate dorare in una padella, con un cucchiaio di olio evo, lo spicchio d’aglio in camicia. Aggiungete poi le zucchine e fatele cuocere per qualche minuto, aggiustando di sale. Quando saranno tenere, aggiungete la robiola e fate insaporire. Frullate il tutto, aggiungete un po’ di pepe di mulinello, una grattugiata di noce moscata e tenete in caldo, fino al momento di saltarci gli spaghetti cotti al dente 😉

20150414_194148-

buon appetito! ^_^

firma

Pin It

Stracciatella, Pomodorini Confit e Pastamatic..

Stracciatella, Pomodorini Confit e Pastamatic..
Stracciatella, Pomodorini Confit e Pastamatic..

Ciao!! 🙂

Piano piano sto riprendendo il ritmo con il blog ma soprattutto sto ritrovando la voglia di dedicarmi a queste pagine..

Continuo ancora a proporvi le ricettine golose che ho preparato per il mio compleanno 😉

Oggi è la volta del primo: Bucatini Rigati con Stracciatella e Pomodorini Confitricetta che avevo provato in passato ma con pomodori freschi…devo dire che nella nuova versione, mi piace molto di più! 😀

E’ una ricetta lunghina, ma merita..ho infatti iniziato la preparazione la sera precedente, visto il lungo tempo di cottura dei pomodorini e poi al mattino del sabato mi sono svegliata all’alba per divertirmi con la pastamatic e la nuova trafila per i bucatini rigati (o rigatini come li ha chiamati “qualcuno” in casa 😀 )..

Pomodorini Confit

ingredienti:

  • pomodorini ciliegini
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • zucchero
  • pepe
  • origano
  • aglio

ho usato circa 300 g di pomodorini, per le spezie ovviamente sono andata ad occhio.

Accendere il forno a 140°. Lavare i pomodorini, asciugarli e tagliarli a metà.

pasta6

Sistemarli, con la parte tagliata rivolta in alto, in una teglia coperta di carta forno, condire con olio, sale, pepe, origano, una spolverata di zucchero, aggiungere qualche spicchio di aglio ed infornare per circa 2 ore.

pasta2

Queste sono le ricette che mi piacciono: quelle che, praticamente, si fanno da sole 😀 😀

Bucatini Rigati con Pastamatic 1000

per i bucatini ho impastato due volte, visto che la capacità massima è di 700 g di farina (per ottenere circa 1 kg di pasta): la prima volta con 700 g di farina (ho mixato farina 0 e semola rimacinata) con acqua (1 misurino al livello 3) e la seconda volta 350 g di mix di farine e acqua (1 misurino a metà tra il livello 1 e il livello 2)

ingredienti per 10 persone:

  • 750 g farina 0
  • 300 g di semola rimacinata
  • acqua qb

Ho messo nel cestello della pastamatic il mix di farine, ho acceso ed aggiunto pian piano l’acqua. Ho poi lasciato che continuasse ad impastare per circa 6 minuti. A questo punto ho inserito la trafila (tenuta prima a bagno in acqua bollente e poi asciugata bene) e cominciato a fare i miei bucatini:

pasta3

Come scrivevo sopra ho dovuto fare in due mandate, visto che ho aumentato la quantità di farina 😉 ma in tutto non ho impiegato più di mezz’ora. Tra l’altro è la prima volta che aggiungo la semola rimacinata e devo dire che ci si guadagna nel gusto ma non solo: la pasta è (ovviamente) più rustica, raccoglie molto meglio il condimento e in cottura non si schiaccia su se stessa come a volte mi è capitato usando solo farina bianca: insomma, ho fatto la scoperta dell’acqua calda! 😀

Impastato e trafilato il tutto, ecco i miei bucatini pronti:

pasta4

una bella spolverata di semola rimacinata per evitare che si attaccassero gli uni agli altri, poi li ho coperti con carta da cucina e sono andata in ufficio 🙂

alla sera li ho trovati belli secchi, pronti da cuocere!

Bucatini Rigati con Stracciatella e Pomodorini Confit

ingredienti per 10 persone:

  • 1,2 kg circa di bucatini (è pasta fresca, rende meno della pasta secca 😉 )
  • 600 g di stracciatella
  • 2 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • 400 g di robiola
  • 300 g circa di pomodorini confit
  • sale
  • pepe di mulinello
  • peperoncino in polvere

Mettere in una padella bella capiente un giro di olio extravergine di oliva, aggiungere lo spicchio di aglio in camicia, far insaporire l’olio, aggiungere la passata di pomodoro ed eliminare l’aglio.

Unire poi la robiola, mescolare bene e spegnere la fiamma.

Buttare la pasta in un pentola di acqua bollente salata (nella quale avremo aggiunto anche un goccio di olio per evitare che la pasta si attacchi), non appena raggiunge il bollore prendere un paio di mestoli (non troppo pieni) di acqua di cottura e aggiungerla alla robiola per ottenere una crema.

Mentre la pasta si cuoce (ci vorranno pochi minuti), aggiungere nella padella la stracciatella e il peperoncino e mescolare ancora, se necessario aggiungere ancora un goccio di acqua di cottura.

Aggiustare di sale (cosa che non ho fatto..e infatti la pasta era un po’ sciocca..), scolare la pasta (non completamente) e saltarla in padella con il condimento, se serve aggiungiamo ancora un goccio di acqua di cottura.

Unire i pomodorini confit, una spolverata di pepe appena macinato e portare in tavola.

pasta5

Chiedo scusa per la foto del piatto finito ma….al momento di portarla in tavola, ho pensato alla mia famiglia che aspettava di mangiarla e non alle foto per il blog 😉 me ne sono ricordata a fine cena: era avanzata giusto una porzione e la crema di robiola si era un po’ rappresa..spero che non mi fucilerete per questo 😉

grazie di cuore per essere passati qui da me, spero che questo primo vi abbia ingolosito un po’ 😉

baciotti

firma

Un piatto di pasta fresco e goloso!

Un piatto di pasta fresco e goloso!
Un piatto di pasta fresco e goloso!

Buongiorno!!!!! Chiedo subito scusa per le castronerie che (temo) leggerete in questo post…non so perché ma oggi sono particolarmente addormentata..ho dormito poco, vero, ma..sono in piedi da tante ore e, in qualche modo, avrei comunque dovuto svegliarmi!! E invece…sono ancora qui che sbadiglio e mi stiracchio…VOGLIO UN LETTOOOOO 😀 Ok…basta con le bischerate!! Voglio proporvi un piatto semplicissimo, da fare in anticipo, quindi adatto a tutte noi che gran parte della giornata siamo fuori per lavoro, ma adatto anche per una giornata al mare, un picnic al parco, una cena in terrazza o…dove volete voi 😀 Ho usato due degli ingredienti che amiamo in assoluto di più e che, in estate, quasi quotidianamente sono sulla nostra tavola: pomodoro e mozzarella! ^_^ Banale come abbinamento? Forse ma, ragazze mie, ve lo dico..salva in tanti momenti 😉 e quindi, almeno per me, pomodori e mozzarelle sono sempre i benvenuti in frigo! 😀 Insalata di Mezze Penne, Pomodoro e Mozzarella Ingredienti x 4:

  • 320 g di mezze penne rigate Garofalo
  • 4 o 5 pomodori non troppo grandi, belli maturi ma ben sodi (ho usato i sammarzano ma vanno bene anche i pomodorini o quel che più vi piace 😉 )
  • 2 mozzarelle di 125 g ciascuna
  • origano
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • 2 spicchi d’aglio

In una pentola di acqua bollente e salata, buttare la pasta e farla cuocere per la metà del tempo di cottura. Lavare bene i pomodori, asciugarli e tagliarli a dadini piccoli piccoli, metterli in una ciotola capiente e condirli con olio, sale e origano. Aggiungere gli spicchi d’aglio (sbucciati) e tagliati a pezzettoni. Tagliare la mozzarella a dadini piccoli e tenerla da parte. Scolare la pasta e versarla nella ciotola. Mescolare bene, coprire con un coperchio e, di tanto in tanto, mescolarla. Tenendo coperta la ciotola, la pasta continuerà lentamente a cuocersi e al tempo stesso si insaporirà alla perfezione con il condimento. Se necessario aggiungere ancora un filo di olio (di quello buono, mi raccomando!). Quando la pasta si sarà freddata (ci vorrà qualche ora), aggiungere la mozzarella e mescolare ancora. Servire ben fredda 😉 DSCF3078- Come avete visto il tempo di preparazione è lunghetto, io generalmente la preparo o la sera prima per il pranzo del giorno successivo oppure al mattino per mangiarla poi a cena 🙂 vi ho ingolosito un pochino? DSCF3082- tessuti GreenGate
baciottoni! firma

Tagliatelle di Castagne con Porri e Ricotta

Tagliatelle di Castagne con Porri e Ricotta
Tagliatelle di Castagne con Porri e Ricotta

vi ripropongo questa ricetta, pubblicata qualche tempo fa, per partecipare al contest:

pastissima-banner

ha conquistato anche il palato difficile della mia dolce metà…devo aggiungere altro? 😀

è un condimento veloce e che vi accarezzerà il palato, ve lo assicuro!

se poi avete un pochino di tempo, cimentatevi anche nella pasta all’uovo con farina di castagne..è di una bontà infinita!!!

mi sono resa conto di dare per scontato che tutti sappiano fare la pasta a mano…ma in effetti, non è così scontato..io ho imparato da mia mamma e ogni volta che la faccio va un po’ meglio della precedente, è ovvio, l’esperienza è indispensabile 🙂

provo a raccontarvi come la faccio io e spero possa essere d’aiuto a qualcuno!

collage

ingredienti per la pasta x 2 porzioni abbondanti:

Fare la fontana* con le due farine setacciate, aggiungere al centro le uova e il sale, mescolare con delicatezza con una forchetta, tirando al centro un po’ di farina per volta.

* fare la fontana, vuol dire allargare la farina sulla spianatoia, formando al centro una sorta di “cratere”, lasciando comunque un velo di farina sul fondo, altrimenti i liquidi, le uova in questo caso, si attaccheranno al piano di lavoro. La fontana serve per mescolare in modo uniforme un liquido alla farina. Mentre mescoliamo liquido e polveri, prestiamo attenzione a non “rompere gli argini” di farina 🙂 altrimenti vedremo scivolare via le uova da tutte le parti.. Per questo io uso la forchetta per la prima fase, in questo modo riesco a raccogliere farina e ad aggiungerla sopra alle uova, senza però creare delle “falle”.

Non appena il composto sarà più gestibile, si può iniziare ad impastare a mano, amalgamando tutta la farina che si trova sul piano di lavoro.

Un piccolo appunto: se l’impasto dovesse essere leggermente duro, aggiungete poca acqua (1 cucchiaio o 2, non di più) e continuare ad impastare finché vi si presenterà davanti un impasto liscio e compatto. Coprite il panetto di pasta con una ciotola o, se preferite, con della pellicola per alimenti e lasciate riposare per 30 minuti/1 ora.

Il riposo è molto importante, ve ne accorgerete nel momento in cui riprenderete la pasta per stenderla, sarà più morbida e malleabile, non farà resistenza sotto al mattarello 😉

In questo caso, per fare prima ho preferito usa la Nonna Papera, la macchina per la pasta 🙂 mia fida compagna da qualche anno, ma volendo si può stendere con il maccheronaio senza problemi, basta avere l’accortezza di tenere la spianatoia leggermente infarinata e aggiungere una spolverata di farina anche sopra la nostra pasta, per evitare che si attacchi al mattarello.

Io non sono ancora tanto brava con il maccheronaio e mi incanto ogni volta a vedere la sfoglia di mamma, le viene un cerchio (o un ovale se fa una dose massiccia 😀 ) perfetto. Il trucco? E’ uno solo: ogni volta che si stende, bisogna poi girare di 1/4 la sfoglia, si stende e si gira di nuovo di 1/4, in questo modo riusciremo a stenderla allo stesso spessore e soprattutto ottenendo una sfoglia bella tonda.

Mentre invece, usando la Nonna Papera, il più lo fa lei 😉 basta anche qui di ricordarsi di infarinare leggermente i rulli prima di stendere la pasta, altrimenti rischiate di vedere l’impasto attaccarsi ovunque (si..all’inizio mi è successo 😉 ). E poi si comincia: io taglio a pezzetti l’impasto e ne passo uno alla volta nei rulli infarinati, partendo dallo spessore maggiore (1 nell’Imperia) per finire al pentultimo (il 5 nell’Imperia). Generalmente nel primo spessore passo la pasta 2 o 3 volte per cercare di darle una forma più precisa 😉

Una volta stesa la pasta, a mano o con la macchina, bisogna fare le tagliatelle. Quando le faccio a mano, faccio così: spolvero leggermente il mio cerchio di sfoglia con la farina, arrotolo poi a partire dalle estremità fino al centro e poi taglio facendo delle tagliatelle di circa 7/8 mm.

Con la Nonna Papera, ovviamente è più semplice: basta usare l’apposito attrezzo per le tagliatelle 😉 avendo sempre cura di spolverare leggermente con la farina.

Una volta fatte le tagliatelle, le possiamo sistemare su un vassoio sul quale avremo aggiunto un po’ di semola rimacinata, le spolveriamo con altra semola rimacinata, questo per non farle attaccare né al vassoio né tra di loro.

oppure, se come me amate regalarvi aggeggini vari per la cucina, potete sistemare le vostre tagliatelle sullo stendipasta 😀

collage1

E ora, passiamo al condimento! Intanto mettiamo su l’acqua per la pasta, aggiungiamo qualche goccia di olio (che servirà a non far attaccare tra loro le tagliatelle in fase di cottura).

ingredienti per il condimento:

Lavare i porri, eliminare la parte verde (non la buttate! è ottima in un brodo vegetale!!) e tagliare il resto a rondelle. Sgusciare le noci, ne basterà una manciata già sgusciate.

Tritare sottilmente la cipolla e la carota, metterle a soffriggere in una padella con dell’olio, lo spicchio d’aglio in camicia e un pizzico di peperoncino.

Non appena gli odori saranno belli teneri, eliminare l’aglio, aggiungere i porri e, a fiamma media, mescolando di tanto in tanto, lasciarli cuocere finché saranno teneri. Se fosse necessario, aggiungere un po’ di acqua bollente, ma poca! 🙂

collage2

Non appena i porri saranno cotti, spegnere la fiamma e aggiungere la ricotta e le noci spezzettate grossolanamente a mano. Aggiustare di sale. Sarà arrivato il momento di buttare la pasta: salare l’acqua di cottura, aggiungere le tagliatelle e lasciarle cuocere per pochi minuti, ne basteranno 3 o 4 per la pasta fresca.

Scolarle ma non eccessivamente e aggiungerle nella padella del condimento, unendo un mestolo o due di acqua di cottura della pasta, per rendere la ricotta più cremosa e golosa.

collage3

Mescolare bene e servire.

100_4168-

che altro dirvi? Buon appetito!!! 🙂

firma

Burrata, Pomodorini sott’olio e una pasta da 10 e lode!

Burrata, Pomodorini sott’olio e una pasta da 10 e lode!
Burrata, Pomodorini sott’olio e una pasta da 10 e lode!

Una pasta veloce da fare, buona e golosissima (e te pareva!!!!), buona sia appena fatta che mangiata fredda, ideale quindi anche per un pranzo in spiaggia o un picnic al parco..io la rifarò presto!! e voi? la volete provare?

collage

ingredienti x 2:

Il condimento si prepara mentre la pasta cuoce, quindi non perderete tempo in lunghe preparazioni e potrete farla anche all’ultimo minuto 😉

Mentre le penne ziti sono nell’acqua in ebollizione, in una ciotola mettiamo i pomodorini sott’olio tagliati grossolanamente, aggiungiamo la burrata spezzettandola con le mani e mescoliamo il tutto: FATTO!

Una volta che la pasta sarà cotta basterà scolarla e aggiungerla al condimento, mescolando bene..vi leccherete i baffi, ve lo dico! 😉

100_2967-

Bon appetit!!

firma

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...