Tag Archives: dolcetti

Peschine alla Nutella

Peschine alla Nutella
Peschine alla Nutella
Pin It

e vabbè…rischio di diventare noiosa..dopo 1 mese di (quasi) solo PICI, ora m’è presa la fissa di pubblicare dolci 😀

sopportatemi, va bene? 😀

le conoscete le peschine? sono favolose…sono dei dolcettini tipici toscani e, come al solito, se lo chiedete a 10 toscani diversi, ci saranno 10 suggerimenti diversi 😉

le avevo già fatte anni fa..ancora vivevo con i miei ed ero a casa in malattia in seguito a una brutta caduta..avevo chiesto la ricetta a mia suocera e le avevo provate: erano venute anche molto buone!!! la solita fortuna del principiante 😉 visto che poi le ho riprovate varie volte qui a Grosseto ma..non venivano mai come volevo: una volta le inzuppavo troppo nell’alchermes, una volta troppo poco, una volta le cuocevo troppo ecc ecc…

Poi le ho preparate al corso di cucina maremmana e…per Natale le ho rifatte in casa 😉 MERAVIGLIOSE!!!! e tutto sommato, semplici da fare..ci vuole un po’ di tempo ma, se vi piace impastare, se vi piace preparare con amore qualcosa di eccezionale, quel tempo non sarà perso, anzi..

con queste dosi a me sono venute 22 peschine da circa 40/50 l’una, quindi 44 mezze pesche da circa 20/25 g l’una…sono un po’ troppo grosse, ve lo dico 🙂 poi vabbè..lasciamo perdere che mio nipote Alessio per la merenda il giorno di Natale se ne è fatte fuori 3 una dopo l’altra…. 😀

però, c’è da dire che si mantengono bene per diversi giorni, se non vengono spolverate tutte insieme 😀

ingredienti:

  • 3 uova
  • 200 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 1/2 limone grattugiato
  • 500 g di farina
  • 1 bustina di lievito
  • alchermes
  • nutella per farcirle oppure crema oppure ciò che preferite 😀
  • zucchero semolato qb

Mettere in una ciotola il burro a tocchetti e lo zucchero, con una forchetta o, se non vi crea problemi, con le mani, mescolate bene il tutto. Aggiungere le uova, la buccia grattugiata di un limone, aggiungere la farina setacciata insieme al lievito ed impastare tutto cercando di non scaldare troppo l’impasto con le mani, quindi…facciamolo velocemente 😀

A questo punto organizziamoci: prendiamo una teglia da forno, imburriamo e infariniamo o, meglio ancora, copriamo con carta forno.

Prendiamo poco impasto alla volta e facciamo delle palline, cercando di farle tutte uguali…visto che volevo andar tranquilla, ho usato la bilancia elettronica ma non è strettamente necessario 😉

Schiacciamo leggermente ogni pallina e posiamole nella teglia, leggermente distanziate. Inforniamo a 180° per circa 15 minuti. In cottura la palline si gonfieranno un po’ e si creperanno leggermente sulla superficie: è normale 😉

Sforniamo e lasciamo raffreddare.

100_3011-

E ora, armiamoci di pazienza e di un coltello con la punta arrotondata..prendiamo una pallina alla volta (ovvio…c’avete due mani, mica di più 😀 ) e con molta delicatezza scaviamola, raccogliendo le briciole in un piatto (potremo poi usarle per fare un dolcino al cucchiaio 😉 ).

100_3033-

Una volta scavate tutte le peschine, prepariamo una ciotolina con dell’alchermes, una ciotolina con dello zucchero semolato. Facciamo ammorbidire leggermente la crema di nocciole: non dovrà essere liquida ma comunque bella malleabile.

Con un cucchiaino riempiamo le mezze peschine ed uniamole due a due, avendo cura di sceglierle della stessa dimensione e forma 🙂

100_3034- 100_3035-

Una volta farcite tutte le peschine, passiamole una alla volta nell’alchermes, velocemente e facendole bagnare su tutti i lati, passiamole poi rapidamente nello zucchero e sistemiamo in un vassoio.

100_3037-

E’ importante essere veloci nel passare le peschine rapidamente nell’alchermes in modo tale da non farle inzuppare troppo, col rischio poi che si rompano..

Altrettanto importante è passarle rapidamente nello zucchero che, altrimenti, si inumidirà troppo e diventerà tutto grumoso..non troppo bello da vedere 😉

che ne dite? ci provate?

eccole pronte nei pirottini…natalizi 🙂 di Guardini:

100_3041-

 

cloche Vega

100_3047- 100_3044-

 

con questo post partecipo al Giveaway di La cucina di Any:

 

baciotti e buona giornata!

firma

Pin It

CioccoNoccioCupoline…alla larga se sei a dieta!!!!

CioccoNoccioCupoline…alla larga se sei a dieta!!!!
CioccoNoccioCupoline…alla larga se sei a dieta!!!!

Qualche settimana fa eravamo in pizzeria con alcuni amici e, nonostante le mega pizze che ci eravamo pappati, abbiamo tutti quanti trovato un angolino per il dolce 🙂

Giusto per fare onore alla cucina, eh! Mica siamo golosi…no no 😀

Ed io, sentendo i nomi dei vari dolci, ho optato per una cupola al cioccolato con la crema di nocciole…leggera leggera 😀

Questo è ciò che mi è stato servito:

a parte la foto storta, fatta col cell….rendo l’idea della meraviglia che mi sono ritrovata nel piatto?!!?!?!?!?!? ^_^

le mie papille gustative sono andate in visibilio prima ancora di assaggiarlo….e così ho deciso di provare a replicare a casa…ben sapendo che ultimamente le mie “doti” di pasticcera pasticciona sono calate tantissimo, ho deciso di lanciarmi 😀

Ho fatto dei dolcini di base semplicissimi, quelli che faccio ogni volta che ho voglia di qualcosa di dolce ma che non ho voglia/tempo di mettermi lì a pasticciare sul serio 😉

parlo del jolly “sette vasetti” ovviamente! 😀 con l’aggiunta del cacao amaro nell’impasto.

ma questa volta ho preparato la base utilizzando lo yogurt fatto la sera prima 😉 grazie alla yogurtiera e al preparato per yogurt alla fragola di Yogolife 😉

ingredienti per 7 vasetti di yogurt:

Ho versato in un bicchiere di latte la bustina di preparato alla fragola, ho mescolato bene per farlo sciogliere completamente, l’ho poi aggiunto al restante latte, ho mescolato di nuovo e ho versato nei bicchierini in vetro. Li ho chiusi e sistemati nella yogurtiera, chiudendola col coperchio e mettendola in funzione per circa 8h.

Ho il modello qui sotto e devo dire che mi ci trovo molto bene 😉 semplice da usare e lo yogurt viene davvero buono!

Il giorno successivo sono passata alla preparazione del dolcino 😉

ingredienti x 6 mezzesfere di circa 6 cm di diametro (ne avanzerà un pochino…io l’ho messo nei pirottini di carta 😉 ):

  • 1 yogurt bianco da 125 ml alla fragola
  • 2 vasetti zucchero
  • 1 vasetto e 1/2 di farina
  • 1/2 vasetto di cacao amaro (anche un pochino di più…io ne ho aggiunti altri due cucchiai per avere il giusto “gusto” di cioccolato)
  • 1 vasetto di fecola
  • 1 vasetto di olio di semi
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito x dolci

preparazione:

Versare gli ingredienti in una ciotola (tutti) e montare il tutto con le fruste elettriche finché non sarà ben amalgamato, versare il composto nello stampo in silicone riempiendo fino a 2/3 (l’impasto restante si può mettere in altri stampi o pirottini oppure una tortierina mignon 😉 ).

Infornare a 180° per circa 20 minuti (forse anche qualcuno di più nel mio forno)..fare la prova stecchino prima di sfornare. Lasciar raffreddare.

A questo punto, serviranno:

  • crema di nocciole (io ho usato la Nocciolata Rigoni di Asiago…che sennò rischia di essere mangiata tutta a suon di cucchiaiate! 😀 )
  • una tavoletta da 200 g di cioccolato al latte
  • nocciole tritate
  • panna fresca da montare
  • cacao amaro per la decorazione

Tritare grossolanamente il cioccolato e farlo sciogliere (o a bagnomaria o nel microonde…io ho preferito il secondo: 30 secondi a 900w per un paio di volte, mescolando tra un passaggio e l’altro). Aggiungere le nocciole tritate e mescolare bene.

Tagliare a metà le cupoline, farcirle con uno strato di crema di nocciole, richiuderle e versare sopra la cioccolata fusa (meglio se le appoggiate su una gratella, sopra un piatto o sopra una teglia) cercando di coprire tutta la superficie.

Lasciar rapprendere e montare la panna (da quando ho Speedy Chef di Tupperware molto la panna in pochissimi minuti!!).

Non appena lo cioccolato si sarà solidificato, impiattare aggiungendo qualche ciuffo di panna montata e una spolverata di cacao amaro.

con questo golosissimo dolcino vorrei partecipare, in extremis, al contest:

baciotti e buona serata 😉

Croccanti Golosità

Croccanti Golosità
Croccanti Golosità

Ecco una ricettina golosa e semplicissima da preparare, da proporre anche per il prossimo Natale, perché no? 🙂

Insieme ai dolci tipici, proporre anche questi piccoli sfizi croccanti penso sia un’idea niente male 😉 soprattutto se, come me siete golosi 😀

ingredienti:

Accendere il forno a 220°.

Sbattere leggermente un uovo.

pennello Fiskars

Stendere delicatamente la pasta fillo (coprire quella restante perché si secca molto in fretta..), tagliarla a rettangoli alti circa 10 cm e larghi circa 30 cm, spennellare con l’uovo sbattuto. Mettere un po’ di nocciolata (un cucchiaio circa) sul lato corto della striscia di pasta fillo e poi chiudere a triangolino 🙂

così, più o meno:

chiaro, no? 😀

alla fine si ottengono dei triangolini belli cicciotti, si spennellano ancora con l’uovo sbattuto e si mettono sulla teglia e si infornano per una decina di minuti o finché non saranno belli dorati.

Per i “sigari” croccanti alla fragola il procedimento è ancora più semplice: si spennella con l’uovo sbattuto la striscia di pasta fillo, si mette un rettangolino di confettura sul lato corto della striscia e si arrotola su sé stessa schiacciando un po’ le due estremità per far si che il ripieno non esca in cottura (come a me è successo 😀 ). Si spennella la superficie del sigaro e si inforna come sopra, fino a doratura.

Una volta sfornati si lasciano raffreddare un po’, si aggiunge un po’ di zucchero a velo e si serve 😉

con questa ricettina croccante partecipo al contest:

Banner Un Natale dal cuore dolce

ciao ciao

E per dessert: bigné all’ORO!

E per dessert: bigné all’ORO!
E per dessert: bigné all’ORO!

😀 non sono impazzita! Nonostante oggi abbia passato la pausa pranzo in spiaggia ad “arrostirmi”..non è nemmeno il sole che mi ha dato alla testa!! Giuro! 🙂

Questo dessert, preparato la scorsa settimana, è proprio a base di oro…che accende le nostre tavole e i nostri piatti..qualcosa di estremamente prezioso e purissimo..ne basta un niente per rendere speciale un piatto, nel sapore e nell’aspetto!

Di che parlo?

Ovviamente dello Zafferano! In stimmi però! Non quello in polvere..credetemi, è tutta un’altra cosa..

Ho avuto il piacere di provare lo zafferano che si produce proprio qui, nella mia bella Maremma, dalla Crocus Maremma..e ho pensato di utilizzarlo in modo diverso dal solito (anche se ne ho lasciata metà bustina per farci un bel risotto!!), per aromatizzare la crema pasticcera…

Andiamo alla ricetta? Ok va..che altrimenti mi perdo in chiacchiere 😉

Ho provato due delle ricette che ci ha insegnato Paola Cattabriga della scuola di cucina Spazio QB di Livorno..una vera rivelazione questo corso per me!! Anche se…ho dovuto tornare un po’ con i piedi per terra e smettere di pensare alla cucina come ad un qualcosa di magico..è tutta chimica…soltanto chimica…

vabbè..per me resta sempre una magia unica..sono bischera? forse! di fondo sono una personcina estremamente romantica e sognatrice e, cucinando con il cuore, veder nascere dall’unione di pochi e semplici ingredienti qualcosa di unico come queste bigné..è magia! 😉

Premetto che non è la prima volta che faccio le bigné ma in genere…non mi venivano così belle e buone!!! o erano moscette o erano troppo cotte e si rompevano quando provavo a farcirle..stavolta invece, il fattore C 😀 , la fortuna della principiante alle prese con una nuova ricetta ha avuto la meglio! 😀

Ingredienti per le bigné:

  • 165 g di burro
  • 185 g di acqua
  • 175 g di farina
  • 25 g di latte intero
  • 270 g di uova
  • 1 pizzico di sale

Mettere in un pentolino il burro e l’acqua; a fiamma bassa far sciogliere il burro senza portare ad ebollizione, altrimenti l’acqua evapora e si perde il giusto rapporto tra i due ingredienti. Aggiungere il pizzico di sale. Una volta sciolto il burro, aspettiamo la prima ebollizione (le prime bollicine che appaiono ai bordi), si aggiunge la farina tutta insieme e si gira vigorosamente finché il composto non si stacca dalle pareti. Mettere il composto nella ciotola della planetaria e mescolare con il gancio K, in questo modo il composto si raffredda e incorpora aria…ho studiato…si vede? 😀

Aggiungere il latte e poi le uova, una alla volta, facendole incorporare bene al composto.

Imburrare appena una teglia da forno, togliere l’eccesso di burro con della carta da cucina. Versare il composto in un sac a poche con bocchetta tonda liscia (io ho usato la 12 della wilton) e formare tante bigné sulla teglia. Infornare a 220° con forno statico per circa 16/18 minuti a seconda della grandezza delle bigné e del vostro forno…non aprire il forno per i primi 14 minuti altrimenti…si rischia di buttare via tutto!!

Una volta sfornati, metterli in sospensione su una gratella a raffreddare.

guardate bellina all’interno…anzi bada bellina 😀 :

Ingredienti per la crema pasticcera allo zafferano:

  • 400 g di latte intero
  • 100 g di panna fresca
  • 150 g di tuorli
  • 150 g di zucchero
  • 18 g di amido di riso
  • 18 g di amido di mais
  • 0,10 g di zafferano in stimmi

Mentre le bigné erano in forno ho messo lo zafferano in poco latte tiepido a rinvenire, per una mezz’ora circa..

Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere l’amido di riso e l’amido di mais.

Mettere in un pentolino il latte e la panna, aggiungere lo zafferano ormai reidratato, mettere sul fuoco e al primo bollore, abbassare la fiamma ed aggiungere il composto di uova. NON TOCCARE NULLA!!! (Questa ricetta per me è stata proprio una scoperta…per fare la crema mi hanno insegnato che si deve mescolare, mescolare, mescolare sempre perché sennò si attacca!!) Si deve soltanto ASPETTARE..cosa? Si deve aspettare che le proteine del latte inglobino le proteine delle uova..quando inizia a bollire (a fare PLOP PLOP 😀 come è stato suggerito al corso!), si spegne la fiamma e si mescola con la frusta. Si sposta poi la crema in una ciotola fredda, si copre con pellicola a contatto (in questo modo si evita la contaminazione della nostra crema) e si mette in un bagno di acqua e ghiaccio per farla raffreddare.

Quando le bigné saranno belle fredde e la nostra crema anche, si farciscono e…occhio che se sono piccole, da un boccone e via, ne finiranno più in bocca che nel piatto da portata 😉

con questa ricettina partecipo al contest di : In punta di coltello , Il mio saper fareDolci e delizie di Giusy ,Miel&ricotta

un baciotto e buona serata…scappo a casa che stasera si fa la cheesecake 😀

Avere la testa dura e provare provare provare….ancora CROISSANT!

Avere la testa dura e provare provare provare….ancora CROISSANT!
Avere la testa dura e provare provare provare….ancora CROISSANT!

ciao!!! 🙂

oggi vi propongo una ricetta già fatta tante volte: i croissant..che hanno sempre avuto successo, anche senza venire mai perfetti 😉

fino alla fine dell’estate non so se avrò il coraggio di rifarli..troppo caldo e il rischio che il burro si squagli nel giro di pochi minuti è troppo alto 🙂

per la ricetta vi mando al post originale e vi lascio solo un po’ di foto:

ehm…li ho lasciati lievitare troppo e..si vede 😀

ma una volta sfornati erano da leccarsi i baffi!!!!

piatto GreenGate

piatto, tazza e cucchiaino GreenGate

baciotti e…domani ci sarà qualcuno di voi a Rieti? 🙂 si..lo so…vivo in Maremma ma domani per qualche ora faremo una scappata a Rieti per “Rieti Cuore Piccante” 😉

baciotti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...