Tag Archives: colazione

Blueberry Muffin…

Blueberry Muffin…
Blueberry Muffin…
Pin It

la mia prima volta con i blueberry muffins è stata il 1° novembre scorso…a colazione, al Radisson Blu a Stansted, Londra..nelle nostre 36 ore in Inghilterra per un concerto ^_^

mi ha colpito la loro morbidezza…il profumo delizioso..era veramente deliziosi..tanto che hanno colpito anche la mia dolce metà 😉

e così, una volta rientrati ho chiesto consiglio su FB…e, come spesso succede, mi è venuta incontro Stefania, l’Arabafelice in Cucina 🙂

ricetta riuscitissima, gusto delizioso..unica pecca (colpa mia) avevo pochi mirtilli..ottimi appena sfornati, ottimi il giorno dopo, ottimi anche congelati e tirati fuori per le colazioni future 😉

per la ricetta originale di Stefy, seguite il link, qui la mia versione appena appena modificata:

Ingredienti per 12 muffin:

  • 250 g di farina
  • un cucchiaio raso di lievito per dolci
  • 85 g di zucchero di canna
  • buccia grattugiata di un limone (i limoni dei miei zii in questi mesi l’hanno fatta da padrone a casa nostra 😉 )
  • 3 cucchiai di succo di limone
  • un uovo grande
  • 280 ml di latte
  • 4 cucchiai di olio di semi
  • 100 g di mirtilli freschi (ce ne andavano 150 g ma…non li ho trovati 🙁 )

Accendere il forno a 200°.

Mettere in una ciotola gli ingredienti secchi: farina, zucchero, lievito e buccia del limone), in una seconda ciotola gli ingredienti umidi: uovo, latte, olio e succo di limone, sbattere leggermente e unire questo composto liquido agli ingredienti secchi. Questo è il passaggio più importante nella preparazione dei muffin: non mescolate a lungo! Basta dare una mescolata o poco più, altrimenti ci ritroveremo dei mattoncini 😉

Aggiungere i mirtilli, altra mescolata veloce e poi si versa il composto nello stampo per muffin (io ho usato uno stampo antiaderente con i pirottini di carta), arrivando a circa 2/3 terzi del pirottino.

1234943_10202466286326716_940913132_n-

Infornare per circa 20 minuti (fare la prova stecchino 😉 ).

E servire…magari all’ora del tè 😉

1466102_10202472025990204_1698630341_n-

DSCF2172-

DSCF2174-

tessuti GreenGate

baciotti e buon weekend ^_^

firma

Pin It

Guai a te!!!

Guai a te!!!
Guai a te!!!

“guai a te” è ciò che l’Omo mi ha detto giovedì, a pranzo quando stavo per mettere la salsa sul suo uovo in camicia 😀

Lui è per le cose semplici, non ama un granché le salse..e così ho dovuto presentargliela in modo diverso 🙂 cosa non si fa per amore 😉

Benedict's Egg

e, con il solito amore che dedico alla sfida mensile dell’MTC da tanto tempo (dal lontano marzo 2011…)

Fotor01020102810

vi propongo la mia ultima idea per le Benedict Eggs & American Breakfast, seguendo le dritte della carissima Roberta del blog La Valigia sul LettoRoby, tranquilla è l’ultimo disegnino strullo 🙂 poi ti lascio in pace 😀

Documento acquisito

quindi, ricapitolando:

  • English Muffin con Salame al Pepe e Uovo in Camicia nappato con Salsa Mornay
  • English Muffin con Nocciolata (grande fatica eh a prepararlo 😀 spalmare l’english muffin caldo con la nocciolata e NON mangiarlo subito, è stato proprio faticoso! 😀 )
  • Frullato Cacao, Banana e Miele

ingredienti per gli english muffins (direttamente dal blog di Roby, io ho fatto metà dose):

  • 450 g di farina forte per pane (farina 0)
  • 225 ml latte
  • 55 ml di acqua
  • 7 g lievito di birra secco
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale 

In un pentolino, unite il latte e l’acqua e fate intiepidire a fuoco dolce. Versate il lievito nel liquido insieme ai due cucchiaini di zucchero, Mescolate rapidamente con una forchetta o una piccola frusta per far sciogliere il lievito e lasciate riposare per una decina di minuti, finche’ in superficie si sara’ formato un sottile strato di schiuma. Setacciate la farina in una terrina e versate nel centro il liquido con il lievito, mescolando dapprima con una forchetta e poi con le mani, incorporando a poco a poco la farina fino a che avrete un impasto non troppo sodo. Versate l’impasto sul piano di lavoro infarinato e incorporate a questo punto il sale. Impastate energicamente per almeno dieci minuti, unendo pochissima altra farina se dovesse risultare troppo appiccicoso. Alla fine dovrete ottenere un panetto liscio e vellutato come il culetto  la gota di un bambino. Ungete una di burro una capace ciotola, rotolateci dentro il panetto e ponete a lievitare in luogo tiepido per almeno un’ora o finche’ non sara’ raddoppiato di volume.

Rovesciate nuovamente l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e appiattitelo con le mani, facendo uscire tutta l’aria, fino ad uno spessore di circa 1,5 cm, ma non di piu’.

Con un taglia biscotti di 7,5 cm di diametro, ricavate dei dischi di pasta che metterete su una placca da forno infarinata. Rimpastate i ritagli e ricavate altri dischi fino ad esaurimento della pasta. Lasciate riposare i muffins per 15/20 minuti, coperti da un panno o da un’altra teglia rovesciata.

Scaldate a fuoco medio una padella antiaderente a fondo spesso o, ancora meglio, in ghisa.

Disponeteci 4 muffins alla volta, riducete la fiamma e fateli cuocere per 4 o 5 minuti per ogni lato. 

Devono rimanere molto soffici e non seccarsi, ma se avete l’impressione che non si siano ben cotti all’interno o sui bordi, potete trasferirli in forno a 180 gradi e farli cuocere per altri 3 o 4 minuti.

Unica differenza: dopo averli cotti in padella, al momento di servirli li ho aperti e scaldati anche all’interno 😉

Fotor01020101724

per l’uovo in camicia, ho fatto come al solito, con il vortice 😉 (qui per vedere come li ho fatti io e qui con le dritte di Roberta)..stavolta son venuti entrambi bruttarelli…

Camera 360

poi la salsa: ho provato la mornay, che non conoscevo…è una delizia…ho seguito la ricetta del Cucchiaio d’Argento, facendo una sola piccola modifica, che riporto tra parentesi 😉

  • 200/250 ml di besciamella
  • 1 dl di panna fresca
  • 1 tuorlo
  • 25 g di groviera
  • 25 g di parmigiano (io ho messo soltanto groviera, senza pesarlo..sono andata a occhio 😉 e ho aggiunto una noce di burro)
  • sale
  • pepe

Preparare la besciamella (si, ok..si può anche usare quella pronta…ma che tristezza! ci vuole poco a farla ed è mille volte più buona di quella pronta…d’altra parte sono cresciuta con la Caballera -secondo soprannome di mamma 😀 – che se la domenica fa le lasagne, anzi i vincisgrassi delle sue belle Marche, prepara lei la besciamella! e inorridisce quando vede al supermercato quella nei brick…).

Quando è pronta, toglierla dal fuoco e, mescolando, aggiungere il tuorlo e la panna, mescolare con una frusta, aggiungere il groviera grattugiato e il burro, mescolare ancora, regolare di sale e aggiungere un pizzico di pepe, meglio se di mulinello 😉

Fotor01020101859

Infine il frullato, niente di più semplice: 1 bicchiere di latte, 2 cucchiai di preparato per cioccolata in tazza fatto in casa (l’avete mai provato? no?!??!? e che aspettate!!! E’ favoloso!!!), 1 cucchiaino di miele di acacia (o quello che preferite), 1 banana bella matura: si frulla il tutto, si scalda un attimo e si serve..

e ora..assembliamo!

Fotor01020102159

ed ecco qua le due versioni, a sinistra english muffin, uovo in camicia, salsa mornay…e a destra, per la mia dolce metà: english muffin, salame, uovo in camicia condito con un pizzico di sale al tartufo nero e salsa mornay a parte 😉

DSCF2069-

DSCF2068-

DSCF2060-

ed ecco la colazione/pranzo al completo:

DSCF2064-

DSCF2062-

che ne dite?

Ho riprovato ad assaggiare l’uovo..con l’Omo che mi scrutava…

al primo morso mi è uscito un “Buono!!!!” e lui “te l’avevo detto”…”sa di salame!” “come sa di salame?????” ed io “si..sa di salame, era sopra al salame…”

al secondo morso, quello in cui ho risentito il sapore dell’uovo….mi è uscita un’espressione a dir poco comica, visto che lui si è messo a ridere 😀 ho fatto scarpetta con un pezzetto di english muffin nella sua salsa mornay ma niente…sentivo solo quel saporaccio 😀

e lui continuava a ridere….così gli ho mollato anche il mio uovo in camicia 😉 (ovviamente mi sono tenuta l’english muffin e il salame 😉 ) e mi sono finita la salsina con gran gusto 😉

secondo l’Omo:

  • ottimi gli english muffins ma un po’ pesantucci per lui (comunque, penso che li rifarò presto 😉 penso siano ottimi anche per una cena tra amici, a base di affettati e formaggi 😉 o no?)
  • la salsa (che ha assaggiato soltanto con la punta della forchetta 😀 ): buona ma da sola..
  • l’uovo in camicia: perfetto…E VAI!!! 😀 e ha apprezzato molto anche il sale al tartufo 😉
  • english muffin&nocciolata….l’ha fatto sparire in un nanosecondo…vorrà dire qualcosa, no? 😉
  • sul frullato non si è pronunciato…visto che me lo sono bevuto tutto io 😀

baciotti e buona domenica!!!

firma

tessuti e ceramiche GreenGate

A colazione con un micio e un granchietto..

A colazione con un micio e un granchietto..
A colazione con un micio e un granchietto..

ehehe mica è da tutti! 🙂

ma d’altra parte, chi mi conosce lo sa…

cosa?

che sono un po’ bischera e che mi piace giocare..anche a tavola..

tutto è nato da un giro al mercato la scorsa settimana con Donna Carmela (mia mamma, al secolo Bruna 😀 ma ribattezzata Donna Carmela dalla sottoscritta un tot di anni fa 😀 )..e dal fatto che dal nostro venditore di stoffe del cuore, un signore austriaco fichissimo che ti strappa sempre un sorriso, c’erano delle stoffe bellissime e delle tovaglie ancor più belle…da lì a tornare a casa con una tovaglia in color ecrù tutta “miciosa”, il passo è stato breve, brevissimo 😀

che c’entra il granchio a colazione? 😀 anche niente…ma…

sapete che adoro il visualfood e che, pur non avendo una grande manualità, mi diverto parecchio a “nazzicare” con coltelli e attrezzini vari per dare nuova vita a frutta e verdura..ma non solo..

Benedict's Egg

l’idea di base di questa nuova proposta per l’MTC di questo mese, per le Egg Benedicts e l’American Breakfast proposta dalla dolcissima Roberta, era questa:

Documento acquisito-3

poi vabbè..in corso d’opera qualcosa è cambiato: la salsa di accompagnamento iniziale (la salsa mornay) è stata sostituita da una più golosa maionese alla senape, ho cambiato il bicchiere per il succo e le donuts le ho lasciate “nature” perché…non avevo cioccolata da fondere in casa 😀

ma andiamo con ordine…e partiamo dal titolo: Uova in Camicia, su panino morbido ai semi di lino, con maionese alla senape, accompagnata da dolcissime donuts, pesca e succo di pesca home made..oh mamma com’è brutto e lungo!!!! meglio, molto meglio: a colazione con un micio e un granchietto 😉

ingredienti:

  • panini morbidi (tipo quelli da hamburger) ai semi di lino
  • uova
  • maionese alla senape
  • donuts
  • pesca
  • succo di pesca (in estate ci divertiamo io e mia mamma a fare i succhi di frutta da bere in inverno, con le pesche dell’orto di mio zio 😉 )

ma veniamo alle varie preparazioni! 😉

ingredienti per i panini (ho preso l’idea dal blog di Misya, con due modifiche: anziché i semi di sesamo ho usato quelli di lino e ho messo manitoba e farina 0 anziché farina 0 e 00):

  • 250 g di farina 0
  • 250 g di manitoba
  • 250 ml di latte
  • 12 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di miele di acacia (il mio preferito!)
  • 50 g di burro
  • 2 cucchiaini di sale
  • latte
  • semi di lino

Far intiepidire il latte, aggiungere il miele e lo zucchero, aggiungere il lievito sbriciolato e mescolare per farlo sciogliere.

Ho messo nella ciotola della planetaria le due farine setacciate, ho aggiunto i liquidi e ho lasciato andare con il gancio a spirale per un minutino. Ho poi aggiunto il burro tagliato a pezzetti e il sale e ho fatto lavorare la planetaria fino a trovarmi un panetto bello omogeneo.

Ho coperto con un panno pulito e lasciato lievitare fino al raddoppio (ci sono volute quasi 3 ore, arietta frizzante e tutte le finestre aperte non hanno aiutato molto 😀 )

Ho poi ripreso l’impasto, l’ho diviso in 8 pezzetti (più o meno) uguali e gli ho dato una forma simile a quella dei panini. Li ho spennellati con il latte e ho aggiunto i semi di lino. Ho lasciato lievitare ancora per 1 oretta e poi ho infornato a 200° (sulla mia fichissima piastra di terracotta 😀 ) per una decina di minuti, ho poi abbassato la temperatura a 170° per altri 5 minuti.

Ho sfornato e lasciato intiepidire su una griglia.

Fotor01018113242

ecco, questa è stata l’unica preparazione lunga, il resto è tutto molto molto più rapido!

Ho preparato le donuts, seguendo la solita ricetta che ho pubblicato un casino di volte sul blog 😀 ma che ripubblico anche qui per non far fare le mille miglia ai giudici! 😉

ingredienti (x circa 50 donuts):

  • 260 g di farina
  • 130 g di zucchero
  • 250 ml di latte
  • 5 cucchiai di olio di semi di girasole
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (in passato usavo la vanillina…ma poi ho scoperto la Vaniglia VERA! 😀 )

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere poi la farina, il latte, l’estratto di vaniglia, olio e lievito; continuare a sbattere con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto bello omogeneo.

Riscaldare la piastra (pagata una bischerata ma fa il suo dovere da una vita!!!) e versare un cucchiaio di impasto in ogni cavità, cuocere per circa 3 minuti. Continuare fino ad esaurimento dell’impasto.

DSCF2049-

è la volta della maionese alla senape, da anni ormai uso questo metodo per fare la maionese in 3 minuti 😀 e mi è impazzita una volta soltanto, quindi continuo 😉 e questa volta ho aggiunto qualche semino di senape (pestato) comprato nei mesi scorsi a una fiera 😉 e una spolverata di pepe di mulinello.

si preparano poi le uova in camicia, vi rimando sia al mio post precedente sia a quello di Roberta, dove è spiegato un altro metodo!

bene è il turno della pesca 😀

per dare nuova vita a una povera e triste peschina che stava lentamente lasciando questo mondo, ho deciso di divertirmi un po’ con il coltello 😀 e ne ho ricavato un granchietto: ho pelato la pesca, l’ho tagliata a metà e ho eliminato il nocciolo. Ho lasciato intera una metà e ho aggiunto due chiodi di garofano per fare gli occhi; la seconda metà l’ho tagliata a fettine più o meno sottili, per fare le zampette e le chele 😉

DSCF2053-

ci siamo quasi! 🙂

ho tagliato a metà un panino, la parte superiore l’ho rifilata come se fosse il musetto di un gattino (bruttarello ma gli somiglia 😉 )

DSCF2048-

dal pezzetto tagliato ho ricavato le zampette, dalla mollica della metà inferiore del panino ho ricavato due cerchietti per fare le guanciotte che ho fissato con degli stuzzicadenti, ho poi aggiunto gli occhi: due pezzettini di salame con due grani di pepe, la lingua: un pezzettino di salame. Ho adagiato sopra alla parte inferiore del panino l’uovo in camicia, ho aggiunto la maionese alla senape e servito il tutto, accompagnandolo con del succo di pesca:

DSCF2055-

DSCF2052-

DSCF2051-

DSCF2054-

DSCF2056-

non ce l’ho fatta a mangiare quest’uovo in camicia…l’ho assaggiato, come il precedente ma..sapeva troppo di uovo 😀 però l’ho riciclato 😉 e spappolandolo interamente con la forchetta l’ho aggiunto a un altro uovo e mi sono fatta una frittata 😉

baciotti e…alla prossima!!!

firma

Avere la testa dura e provare provare provare….ancora CROISSANT!

Avere la testa dura e provare provare provare….ancora CROISSANT!
Avere la testa dura e provare provare provare….ancora CROISSANT!

ciao!!! 🙂

oggi vi propongo una ricetta già fatta tante volte: i croissant..che hanno sempre avuto successo, anche senza venire mai perfetti 😉

fino alla fine dell’estate non so se avrò il coraggio di rifarli..troppo caldo e il rischio che il burro si squagli nel giro di pochi minuti è troppo alto 🙂

per la ricetta vi mando al post originale e vi lascio solo un po’ di foto:

ehm…li ho lasciati lievitare troppo e..si vede 😀

ma una volta sfornati erano da leccarsi i baffi!!!!

piatto GreenGate

piatto, tazza e cucchiaino GreenGate

baciotti e…domani ci sarà qualcuno di voi a Rieti? 🙂 si..lo so…vivo in Maremma ma domani per qualche ora faremo una scappata a Rieti per “Rieti Cuore Piccante” 😉

baciotti

Trancetti al Cioccolato, alias Tegolini per la raccolta di Ale!

Trancetti al Cioccolato, alias Tegolini per la raccolta di Ale!
Trancetti al Cioccolato, alias Tegolini per la raccolta di Ale!

Oggi nessuna ricettina nuova…sono appena tornata in ufficio dalla pausa pranzo passata in spiaggia 😉 e non ho modo di proporvi nuove idee…

in compenso però, vorrei contribuire alla raccolta di Ale del blog Mamma Papera con la ricetta dei miei tegolini, già postata tempo fa 🙂

eccoli qui:

ingredienti x la base:

ingredienti per la farcia:

  • 200 g di nutella 😀 o nocciolata

decorazione:

  • 300 g di cioccolato fondente

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto bello spumoso. Unire la farina setacciata e l’estratto di vaniglia, versare poi l’impasto in uno stampo quadrato, di 22×22 cm, (io ho usato lo stampo quadrato Guardini) unto ed infarinato.

Infornare a 180° per 25 minuti, sfornare e lasciar raffreddare.

Con l’archetto tagliatorte -o con un coltello bello affilato- dividere la torta in 3 strati. Spalmarli con la nutella e ricomporre il dolce.

Rifilare i bordi e mettere in frigo per una mezz’ora.

Dividere il dolce in lunghe fette larghe circa 3 cm e poi tagliare ogni fetta a metà.

Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria o nel microonde e intingervi ogni trancetto. Lasciar asciugare i trancetti capovolti e una volta asciugato il cioccolato girarli e, aiutandosi con un sac a poche con bocchetta liscia, decorarle con delle righe.

baciotti a tutti e in particolar modo ad Ale che ha ideato questa bellissima raccolta!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...